Il risparmio in casa: 8 consigli sull’uso della lavastoviglie



come risparmiare: 8 regole per risparmiare con la lavastoviglie

Se tutti in Italia usassimo la lavastoviglie invece che lavare i piatti a mano risparmieremmo, in un anno, il fabbisogno di acqua di una città come Milano (come diceva anche una vecchia pubblicità).

Questa cosa forse ti sorprenderà, ma lavare i piatti nella lavastoviglie permette un risparmio notevole in consumo dell’acqua. Infatti, per lavare a mano le stoviglie si possono consumare 60lt di acqua a lavaggio, mentre con un modello di almeno classe A ne possono bastare 16lt!

Ma si può ottimizzare l’uso della lavastoviglie e il consumo relativo seguendo gli utili consigli che seguiranno:

  1.  Scegli sempre modelli con più A possibili! Meglio se almeno una doppia AA per efficienza di lavaggio. Si può risparmiare ancora più acqua!
  2. Non lavare piatti e pentole prima di inserirli nella lavastoviglie: al limite puoi togliere lo sporco con una spazzola morbida a secco
  3. Seleziona il lavaggio ECO. E’ sufficiente per lavare bene le pentole e i piatti e permette di risparmiare molta acqua (e corrente!)
  4. Carica bene la lavastoviglie, ottimizzando al massimo lo spazio all’interno. Alcune lavastoviglie permettono di modificare l’altezza a piacimento di uno dei due cestelli.
  5. Dimezza le dosi di detersivo: sono spesso inquinanti e possono essere sostituiti da soluzioni altrettanto valide.
  6. Fai partire la lavastoviglie solo quando è piena al massimo della sua capacità!
  7. Ogni due settimane pulisci il filtro con un po’ di aceto.

Massimo Casini

Imprenditore del campo immobiliare e fondatore di Family Home Immobiliare.
E’ proprio in merito a questo che partecipa a numerosi corsi dai migliori formatori italiani, di gestione aziendale e crescita personale, interessandosi e specializzandosi in particolar modo nel mondo immobiliare, da sempre la sua prima passione.
E’ l’autore del libro “Adesso Mi Vendo Casa” il manuale per vendere casa in totale autonomia.