Quanta acqua dallo sciacquone?



come risparmiare acqua nella propria casa

Sapevi che in media usiamo lo sciacquone circa 1000 volte all’anno?

Ecco che quindi questa voce diventa importante nel consumo di acqua della propria casa. Parliamo di circa del 40%!

Quindi la cosa migliore è installare il modello di sciacquone con il doppio tasto. Un modello di questo tipo di sciacquone fa risparmiare circa 40mc di acqua rispetto a chi ha il modello con il singolo tasto, con un evidente risparmio sui costi.

C’è anche il sistema del doppio impianto idrico. Uno per l’acqua potabile regolarmente collegato all’acquedotto, l’altro collegato a cisterne di acqua piovana.

Ci sono anche rimedi più semplici e immediati e più spartani. Magari hai una vecchia casa e non c’è modo di intervenire sugli impianti, si può utilizzare la classica bottiglia d’acqua piena all’interno della vaschetta del WC. Questa fa da blocco ed evita di far riempire completamente la vaschetta.

E’ utile anche controllare che non vi siano crepe tra la vaschetta e la tazza. E’ facile riconoscerle quando c’è un rigagnolo di acqua che cola dentro la tazza. Più difficile riconoscerle quando la crepa è molto piccola. Un segreto per scoprire se c’è una piccola perdita è quella di inserire qualche goccia di colorante per alimenti all’acqua della vaschetta. Se dopo un po’ di tempo vedrete acqua colorata nella tazza allora avrete trovato la vostra perdita. E’ il momento di chiamare l’idraulico.

Massimo Casini

Imprenditore del campo immobiliare e fondatore di Family Home Immobiliare.
E’ proprio in merito a questo che partecipa a numerosi corsi dai migliori formatori italiani, di gestione aziendale e crescita personale, interessandosi e specializzandosi in particolar modo nel mondo immobiliare, da sempre la sua prima passione.
E’ l’autore del libro “Adesso Mi Vendo Casa” il manuale per vendere casa in totale autonomia.